Americo Russo Curriculum Vitae Pittore Terracotta Digital Art
Americo Russo
Curriculum Vitae
Pittore
Terracotta
Digital Art
Creazione Mobili
Scrittore
Sport
1 Maitre
Hobby
Fotografia
 
Uomo o Virus

Tecnicamente un virus è un parassita che per poter sopravvivere e quindi assicurarsi una riproduzione, si deve appoggiare ad un altro essere, costringendolo con la forza a sostenerlo in tutte le sue fasi e quando ne ha consumato tutte le sue energie, lo abbandona per cercarne un'altro e continuare a vivere.
Chiamatelo istinto di sopravvivenza, ma vi siete mai chiesti se l'uomo è capace di fare tutto questo?
La risposta è affermativa, infatti l'uomo si insedia in un posto è non si adatta, come fanno tutti gli altri esseri viventi, ma ne modifica e lo adatta a suo piacimento fino a quando non ne ha distrutto quasi tutto e alla fine quando non avrà più nulla da cambiare, passerà in un altro posto.
Ovviamente analizzando la situazione dirà che sta costruendo e non distruggendo.
Forse in un futuro molto prossimo dirà semplicemente che non lo sapeva che distruggere la natura significa distruggere noi stessi, pensando solo a se stessi in una futile e limitata vita.
Spero un giorno non lontano che si cambi mentalità, ma soprattutto avere più rispetto per il mondo in cui viviamo.
A. R.

 
La storia che vi sto per raccontare è basata su di una parola ideologica personale, ( la verità ) che cambia e si differenzia in base alle nostre esperienze vissute e apprese in diverse vicende di vita che hanno caratterizzato e distinto la nostra esistenza in prima persona, ma che può essere però distorta, camuffandone la sua forma nobile.

Una realtà che non ha fondamenta stabili nella razionalità e nello scorrere del tempo, come siamo abituati a vedere giornalmente, cornice di un mondo dove è l'uomo a essere il protagonista in un dipinto dove i colori fanno fatica a riconoscersi.

Si parte con una tranquillità apparente, costernata da una strana rilassatezza di due personaggi che dopo una giornata di lavoro non hanno forse nemmeno la voglia di parlare, frenati dai pensieri e dalle problematiche giornaliere che li attanagliano nel loro intimo, contrapposti appunto da uno strano scenario, con una tempesta in avvicinamento che man mano che i due personaggi la vedono avvicinare, ne differenzia in ognuno di loro e in modo diverso, gli stati d’animo degli stessi, da portarli a non sapere nemmeno come comportarsi o cosa dire a riguardo. 

Il racconto si infittisce con il passare del tempo, con incontri di persone, non sempre piacevoli, rischiando di essere uccisi o catturati, da un nemico che rimane apparentemente incompreso o semplicemente scambiato per qualcosa che sembra essere tutt'altro, ma che si scoprirà con incredulità non essere quello che si credeva che fosse.

Una battaglia per la sopravvivenza umana, legata al racconto delle vicende di una famiglia molto particolare, che si differenzierà per lo stile in un contesto temporale, dove essere umanamente normale non si vede più da tempo. Ma che allo stesso tempo nei momenti che lo richiederà, sapranno essere molto originali, non proprio come una normale famiglia, ovviamente senza tralasciare il lato umano che purtroppo gli stessi esseri umani, hanno dimenticato di possedere.

Tecnologie innovative e futuristiche, impensabili per quel periodo caratterizzeranno da una parte la curiosità e la meraviglia di alcuni e dall’'altra parte sarà solo rivivere qualcosa di normale, anche se per alcuni resterà solo un ricordo amaro da rivivere.

In alcuni momenti sarà la vendetta ad essere di scena, anche se non è proprio lo stile predominate dei protagonisti, ma che alla fine grazie ai loro sani ideali, riserveranno solo per alcuni per essere il bilanciamento tra due diverse realtà. 

Due realtà, così tanto diverse e lontane, da non sapere quanto hanno la fortuna di avere in comune, accecati dall’odio e dall’istinto di sopravvivenza, che può essere un arma a doppio taglio. 

Differenziando da una parte coloro che non voglio cedere qualcosa che si è sempre avuto e che si rischia di perdere e dall’altra riconquistare quello che si è perso, rammaricandosi per no aver saputo tenerselo.

Tutti gli esseri umani, hanno il difetto di rendersi conto troppo tardi, di voler bene a qualcuno, solo quando la si è persa o portata via, ci si rende conto di quanto la si voleva bene, ma la cosa fondamentale è sapersela tenere nel tempo, avendo rispetto per se stessi e per gli altri. Ma la dura verità e che non facciamo nulla di tutto ciò, anche coloro che ne parlano, alla fine ne vengono inglobati, come in un circolo vizioso e prevedibile.

In fondo siamo umani, uomini molto simili a dei virus, ma questo lo scoprirete quando avrete il piacere di leggere il mio libro...................


A. R.



Site Map